Govi

24 gennaio 2013

COME SEI BELLA

Come sei bella
ti muovi nella vita
come una primula al vento
con la primavera alle porte
come sei bella
incontri i pensieri miei
ed anche se nessuna parola
esprime il silenzio dell'amore
come sei bella
sei il ricordo tenuto stretto
non si può più perdere nella vita
le favole da sogno nel silenzio
come sei bella
ho per rivale il sole
si posa su di te con passione
il vento marino ti accarezza
corre sul tuo corpo
come sei bella
come sei bella.

WIE BIST SCHON

Wie bist schon
dich bewengost in das Leben
wie eine Primel an wind
mit der Fruhling an die Tur
wie bist schon
bist die Erinnerung holten drucken
nicht sich kount   in das Leben
die Fabeln von Traum in das Stillschweige
wie bist schon
habe zu Nebenhuhler die Sonne
sich legt auf dir mit Kummer
der wind sceluft dich liebkost
die Haut bleudurdende dein Korpes
wie bist schon
wie bist schon.

ANTONIO FLOCCARI


SOGNO

Stanotte ho sognato che, dopo le prossime Elezioni Politiche, cercheranno qualcuno per dargli un lavoro e non lo troveranno perché tutti occupati; ho sognato che, invece di comprare aerei da guerra seminatori di morte, si darà un salario, comunque, ai giovani, alle casalinghe; ho sognato che il mio voto non diventerà pasto per i mercati al servizio di chi ci fa pagare la crisi voluta da loro e fatta pesare su di noi; ho sognato matrimoni felici di gay, uguaglianza e diritti per le coppie di fatto; ed ancora che la casta parassita politica sparisca dallo scenario del nostro Paese. Ma rimarrà tutto un sogno? Oppure cambierà nulla? Un'altra pagina della storia del nostro tempo, scriviamola con intelligenza, responsabilità, coscienza, consapevolezza.


BARATTO

Venite con me a cenare in un ristorante? Data la crisi che pesa terribilmente su di noi, non pagheremo, invece scambieremo il costo del pranzo o della cena con un baratto equivalente alla somma consumata. A Firenze, vi è un locale sempre affollato che ha già messo in pratica il baratto in regola con il fisco. Io porterò qualche mio libro tentando di barattarlo con la cena, spero che sia accettato, ho timori, perché ormai non legge nessuno. Chi l'avrebbe detto che il baratto medievale, sarebbe ritornato in auge con tutte queste banche  che hanno occupato palazzi storici, angoli meravigliosi delle nostre città? Ma l'Euro ha il merito o il demerito del ritorno del baratto?



BARBARIE

Una contraddizione palese: mentre, erroneamente, ingiustamente, la nascita femminile ha provocato rammarico per il desiderio sottosviluppato del maschio, avviene che quando un bufalotto viene al mondo, carino, dolce, da far pensare ai miracoli della natura, un triste destino lo attende. Viene abbandonato perché non potrà produrre latte, perché giudicato inutile. Sarà laciato senza cibo né acqua, a morire, in un agonia terrificante, prova lampante della cattiveria umana. Poi, sarà sepolto nelle fosse comuni, per il solo fatto che - colpa imperdonabile - era un maschio. se potessi, ne prenderei uno per allevarlo. Ma come faccio se vivo in un appartamento? i condomini mi denuncerebbero all'Amministratore. Si può fare qualcosa per aiutarli?


MA COME SI FA?

Chi di voi mi sa dire come si fa a liberarsi dalle facce dei politici di professione, da una vita sempre le stesse, ossessionanti, asfissianti. Ma non potrebbero, finalmente, andarsene a casa? Non basta che ci hanno dissanguato, che ci hanno deluso irreversibilmente? Entrano nelle nostre case con attraverso i mass media e rendono tossico il vivere quotidiano. Cercano il voto e poi spariscono nel nulla, nelle sale dorate della Capitale, guardandoci dall'alto in basso: sono la casta. Ed allora? Occorre rifondare la democrazia, quella autentica, sempre sognata e mai realizzata. Una società con il lavoro per tutti, una sanità che non abbandoni alla morte, un futuro per i giovani, nessuna persecuzione per i gay - che si sposino pure -, diritti ed uguaglianza per le coppie di fatto. Adeguiamoci alle realtà sociali civili e moderne senza il predominio di stregonerie indegne anche di qualsiasi parte del mondo sottosviluppato. Ma come si spiega che tanti miei connazionali, nati nella civiltà italiana, culla storica nei secoli, siano indecisi, senza una bussola politica, senza una stella polare che indichi un orientamento? E queste facce, sempre le stesse, non sono altro che un coacervo di moventi per girarsi dall'altra parte.



MONUMENTALI E SUGGESTIVI

La difesa o il consolidamento della libertà, che è poi anche la dignità propria dell'uomo, esigono che la ragione non si fermi di fronte a tabù intoccabili, investendo anche quelle che sembrano le roccaforti della vita sociale. (N. ABBAGNANO)

Ogni persona possiede un'inviolabilità fondata sulla giustizia su cui nemmeno il benessere della società nel suo complesso può prevalere. (J. RAWLS)

Le ineguaglianze economiche e sociali, ad esempio nella distribuzione del potere e della ricchezza, sono giuste soltanto se producono benefici compensativi per ognuno. (J. RAWLS)

Se l'uomo deve compiere tutto ciò che si esige da lui, deve ritenersi da più di quel che è. 
(J. W. GOETHE)

La saggezza sta solo nella verità. (J. W. GOETHE)

Se sbaglio tutti lo possono vedere, se mento no. (J. W. GOETHE)

Siamo belli perché siamo pieni di difetti, non perché siamo onnipotenti, ma perché siamo fragili, perché ci tremano le gambe, perché siamo goffi, perché abbiamo paura, perché abbiamo bisogno d'amore, per questo siamo belli. (N. VENDOLA)

Non esiste cambiamento che non abbia avuto un sogno ad ispirarlo. (N. VENDOLA)

Ci vuole veramente molta fede per mantenere la fede. (N. VENDOLA)

Abbiamo continuato a immaginare che Berlusconi fosse un problema della politica e non ci siamo accorti che, molto prima, è un problema della cultura. (N. VENDOLA)



NICHI VENDOLA

17 gennaio 2013

PAGINA

Cosa farò
oggi
accarezzerò
il mio pensiero
ed anche se
la vita soffocata
urla nel silenzio
vecchia appena nata
abbraccerò il giorno
un'altra pagina
tutta da scrivere
si aggiunge
al libro della vita.

PAGINA

Coisa fazerei
hoje
acariciarei
meu pensamento
e tambem se
a vida sufucada
urra no silencio
velha apenas nascida
abracerei o dia
uma outra pàgina
toda de escrever
se junta
ao livro da vida.

ANTONIO FLOCCARI

INVITO

Miei cari amici italiani e stranieri, venite con me, Vi porterò a visitare i sentieri che hanno fatto la storia della gente da cui provengo, umile, laboriosa, con la dignità umana che solamente chi ha avuto la sorte di sopravvivere nella vita può avere. Ecco, vedete, questa strada rurale porta ai mulini ad acqua che, proprietà  dei signori del tempo, fornivano la sacra farina. Guardate, è la fiumara Jerapotamo, "fiume sacro", con la sua acqua le donne, per secoli, hanno riconquistato l'igiene  per i miserabili panni delle famiglie dei rioni Muraglie, Pioppo, Timpa. Qui vi erano piante da frutta, fichi, meli, peri, noci; e poi vigne e gelsi in distese sconfinate, e lino, luppolo, grano, granoturco, avena. Vi passava l'acquedotto di cui rimangono poche pietre, prova evidente dell'incuria verso il nostro passato storico. 


FRANCO CAMILLO'  - Pergola

APPELLO

Ho visto un'aragosta viva che si agitava, cercava scampo da la morte che si avvicinava. Lo capiva: delle mani ruvide e tozze la presero e la scaraventarono nell'acqua bollente. Soffriva la povera aragosta! Senza nemmeno il diritto di farla finita secondo natura. Che pena ho provato per l'aragosta! Ed anche per i granchi, i crostacei che fanno l'identica barbarica fine. Che questi esseri viventi provano dolore è stato dimostrato dalla scienza. I biologi Elwood e Magee lo hanno verificato e sperimentato. La facciamo una campagna umanitaria a loro favore?


SALARIO MINIMO

I disoccupati pullulano, donne e uomini, giovani e meno giovani vivono al limite delle possibilità senza sostentamenti. In 20 Stati europei i disoccupati ricevono il salario minimo garantito, qui, da noi, sopravvivono con le risorse traballanti dei parenti. Ricorrono alle Opere Pie per un pasto caldo. ma si vuole o no cancellare questa vergogna dalla scena della società italiana? Bersani, Monti, Berlusconi, Ingroia, Grillo mi sentite? Non si può chiedere austerità ancora per loro. Non è un fatto umanitario, del pietismo perbenista, delle anime belle, è un diritto della società civile.


GRANDE AMORE

Una chiesa, a San Donaci (Brindisi), un sacerdote celebra la Messa, una folla di fedeli, davanti all'Altare Maggiore, ormai consuetudine, un cane: Tommy. Si trova, come ogni giorno, lì perché spera di ritrovare la sua grande amica, Maria, che l'ha accudito fino alla fine. Nessuno osa allontanarlo. E' la testimonianza palese dell'amore al di là della specie a cui si appartiene. Tommy, un'immagine poetica, spirituale, che irradia sentimenti elevati, al di là del tempo in cui si vive.


VARIETA' DI MOTIVI

I diritti sociali sono la precondizione per l'esercizio dei diritti civili (HABERMAS)

Chi parla a lungo da solo davanti agli altri senza adulare gli ascoltatori, suscita avversione. (J. W. GOETHE)

Niente rivela il carattere degli uomini più di ciò che essi trovano ridicolo. (J. W. GOETHE)

Un uomo d'età fu criticato perché faceva ancora la corte alle ragazze. "E' l'unico mezzo per ringiovanire", egli rispose, "e ringiovanire vogliono tutti". (J. W. GOETHE)

Nessuno è più schiavo di chi si ritiene libero senza esserlo. (J. W. GOETHE)

Contro la grande superiorità di un altro non c'è nessun mezzo di salvezza se non l'amore. (J. W. GOETHE)

Ogni giorno la ricerca della felicità. (N. ABBAGNANO)

La ricerca della saggezza non può venir meno senza che l'uomo diventi un puro strumento dell'istinto e della violenza. (N. ABBAGNANO)

Non sono importanti per l'uomo le grandi cose, ma anche e soprattutto le piccole. 
(N. ABBAGNANO)

La morale è l'arte di essere uomini, di vivere e di convivere umanamente. (N. ABBAGNANO)


NICOLA ABBAGNANO

10 gennaio 2013

CANTO

E fammi sentire
come allora
il tuo canto 
ricordi
come passa il tempo
cantavi alla vita
ancora tutta all'orizzonte
ricordi
avevi il cuore
pieno di speranze
il tuo canto si abbracciava
allo splendore della primavera
e fammi sentire
come allora
il tuo canto
non può soccombere
la gioia della vita.


CANTO

Y haceme sentir
como entonces
tu canto
recordas
como pasa el tiempo
cantabas a la vida
aùn toda a el horizonte
recordas
habias el corazòn
lleno de esperanzas
tu canto se abrazava 
a el resplandor de la primavera
y haceme sentir
como entonces
tu canto 
non pode sucumbir
la felicidad de la vida.

ANTONIO  FLOCCARI





LA GUERRA

"Quando i ricchi si fanno la guerra sono i poveri che muoiono", così si esprimeva Jean Paul Sartre. Andiamo a vedere la condizione economica, sociale, dei soldati americani sparsi un po' dovunque a difesa del dollaro: sono dei poveri negri, degli spiantati, dei diseredati in cerca, come mercenari, di un gruzzolo per sostenersi meglio nella vita. Così anche i soldati della coalizione internazionale, italiani compresi. Andiamo a vedere i caduti, con il loro nome, sui monumenti sparsi quasi in ogni località, combattenti nella Grande Guerra e nella Seconda, leggeremo ex artigiani, braccianti, contadini, disoccupati, abitanti in tuguri. Quelli che li hanno mandati al capestro non ci sono scritti, se non uno sparuto gruppo insignificante. La guerra è una questione di Banche, d'economia, di profitto, e chi viene mandato a combattere è considerato "carne da macello". Perché non mettiamo nelle nostre piazze monumenti alla pace, alla fratellanza,e bianchi e neri insieme nella concordia? Perché non cominciamo?



IL LAVORO

Facciamo un volo pindarico nella storia sul lavoro: Cristo valorizzò e sublimò il lavoro allontanando il concetto mediorientale, greco, etrusco, romano del lavoro come degno dei servi e dei plebei. Benedetto da Norcia, "ora et labora", divinizzò il lavoro opponendosi alla concezione indegna del Medioevo e del Rinascimento, anche se avverrà dopo di lui. Perché il lavoro potesse essere ritenuto meritevole di rispetto ci volle il Protestantesimo di Lutero, soprattutto di Calvino. Poi, ci fu lo sfruttamento del lavoro da parte delle classi egemoni, capitalistiche. Il cammino del lavoro è costellato da morti, da prigioni, torture, fame, miseria, sfruttamento minorile e delle donne. Oggi, da parte dei luminari del mercato, da parte degli inviati della Finanza, si tenta di affossarlo ulteriormente attaccando l'articolo 18 che regola parti significative del rapporto di lavoro. E se ti opponi, come fa Vendola, con coraggio ed abnegazione, vieni accusato di conservatorismo e di ostacolo al progresso. Bella impostura!


LA SCALATA

Ancora una volta, come se non bastasse, assistiamo ad una corsa sfrenata verso le poltrone ambite della Camera e del Senato. Una lotta senza esclusione di colpi, fatta di protezioni, vassallaggio, furberie, per cui le Primarie sono una questione comprimaria rispetto ai calati dall'alto, imposti per volere massimo. E perché, in Italia, non avviene quello che esiste già in Uruguay, a Montevideo, dove il Presidente dello Stato sudamericano, José Alberto Mujica Cordano, vuole vivere, umilmente, dal 2009, da quando è stato eletto, in una modesta abitazione, senza prebende, ma col necessario per sopravvivere. Cordano dovrebbe essere un modello, un esempio morale per i corrotti, gli ambiziosi, i divoratori del bene comune qui, da noi. Ma avverrà mai?



JOSE' ALBERTO MUJICA CORDANO

LA FANDONIA


Una colossale fandonia caratterizza il nostro presente. Eccola:"Siccome avete vissuto al di sopra dei vostri mezzi, spendendo in ogni luogo ogni sorta di risorsa, ora, dovete pagare con enormi sacrifici l'errore perpetrato". Così, i vincitori, i potenti, i ricchi pagano i mass media per ingannare i lavoratori e la classe media. Per cui, la crisi sarebbe inevitabile, legata ad un senso di colpa. Il totalitarismo capitalista e liberista è tutto impegnato a sostenere con le sue vestali il piano disumano di sfruttamento delle masse. Metteteci anche, ormai, il pensiero è unico, che lo spirito critico è defunto e si capirà come gli agenti dei Gruppi finanziari, delle lobbies, delle Grandi Banche, dei padroni, rischiano di essere eletti a santi, provvidenza, miracolo di chissà quale taumaturgo. La finanza, l'economia, la Borsa divengono proprietarie della vita di ognuno di noi. Chi è agente dello sfruttamento non può essere votato. 

ANELLI DI MEDIAZIONE

Con la reputazione si domina l'opinione pubblica. (N. MACHIAVELLI)

Il non apparire è un valore positivo. (VOLTAIRE)

Per favore mi lasci nell'ombra. (C. E. GADDA)

Dovunque è una via che conduce alla conoscenza. (EMPEDOCLE)

Ma perché io dovrei stare sopra costoro, come compiessi chissà quale opera grande dimostrandomi superiore a uomini soggetti alla morte, esposti a mille sciagure? (EMPEDOCLE)

Ho amici, io so dove nasce la verità compagna delle parole che io ora dirò; ma molesto e geloso sorge nel cuore degli uomini l'impeto alla persuasione. (EMPEDOCLE)

Quando mai cesserete di spargere strage sinistra? Non vi accorgete, per negligenza di mente, che vi divorate a vicenda? (EMPEDOCLE)

... restare digiuni di cattiveria. (EMPEDOCLE)

Se non liberi il terreno dagli avanzi del passato, non hai spazio per edificare il nuovo. (M. AINIS)

Diritto all'istruzione, alla sanità gratuita, al lavoro, alla casa, alla pensione. Ormai ne restano macerie. (M. AINIS)


E M P E D O C L E

AI MIEI AMICI RUMENI - PRIETINII MEI ROMANI

C A N T O Non andare via canto lontano come sei dolce vieni da un cuore felice mi riempi di serenità canta canta ancora a me con il ...