last

31 ottobre 2013

POSTA

Rubbettino, Calabria Letteraria Editrice, pubblicherà, quanto prima, il mio saggio filosofico su Cesare Valenti, filosofo dell'Estetica del Novecento.
E' prossimo per le stampe il mio "Cognomi polistenesi e calabresi".
Il prossimo 28 dicembre presenterò a Polistena il mio "Gaetano Jerace"

MESSAGGIO SPAGNOLO

TRAMONTO

Dimmi
sono ancora 
l'uomo
sublimato
dentro di te
oppure no
dimmi
se coltivi
delusioni 
se sono tramontato
dentro di te
anche se poeta
sono come tutti
un pover'uomo.

OCASO

Diceme
soy aun
el hombre
sublimado
adentro de ti
o bien no
diceme
si cultivas
delusiòns
si soy decaido
adentro de ti
tambien si poeta
soy como todos
un pobre hombre.

ANTONIO FLOCCARI

AFFITTO

La crisi economica, guidata su di noi, imperversa. Allora, occorre ingegnarsi. Già in diversi Paesi europei si dà in affitto la propria auto quando, per esempio, non è necessaria, quando andiamo in vacanza, per una qualunque ragione decidiamo di stare fermi. Vediamo come si fa: si lancia telematicamente l'offerta con relativo costo dell'affitto dell'auto, con un tempo stabilito di comune accordo con l'affittuario. In inglese il fenomeno è conosciuto come "car sharing". Tutto avviene, dunque, online. L'affitto pesa con un costo che corrisponde alla metà di un noleggio. I vantaggi: finalmente si cammina ed il corpo e la mente ci ringraziano; non acquistiamo carburante, non corriamo i rischi di guasti meccanici, di incidenti, di multe; cala il traffico caotico. Come ben si vede ci sono anche vantaggi economici. E allora?



RISORSE

Vi do le ultime notizie del nostro Paese, del Pianeta intendo dire. Tra 84 anni, secondo gli esperti, finiranno le risorse necessarie per vivere su questo globo che fa la corte al sole nell'infinito. Arriverà una carestia devastante, e non solo. Saremo presenti nella vita in un numero così esoso che il Pianeta non ci reggerà più. Sempre tra 86 anni, saremo 10 miliardi di viventi, un miliardo in più ai nove di oggi. Ancora: l'energia che consumiamo è aumentata di 16 volte, l'acqua di 9, ciò è avvenuto nel secolo da poco finito, immaginate cosa succederà in questo secolo. Avverrà che centinaia di milioni i esseri umani moriranno per la sete e per la fame. Così avverrà l'obbligo per vivere di emigrare, si prevede un esodo di 24 milioni di persone, inarrestabile, e una mescolanza dell razze, delle culture, delle religioni. Questo il futuro.

CREATIVITA'

Si pensava che la creatività fosse la fucina dell'arte, dell'invenzione, dell'oltre già noto, nel nostro tempo non è più così. Anche se rimane la funzione artistica, scientifica, epistemologica, oggi, la creatività è l'unica speranza di uscire dalla crisi in cui gli eventi della storia ci hanno insabbiato. Al tempo del  Medioevo  tutti si affidavano a Dio, al trascendente, allo spirituale per risolvere i problemi della società e dell'individuo. Giunse il Rinascimento ed esplose l'importanza della politica come risolutrice delle problematiche di tutti. Sopraggiunse, quindi, la tecnica che s'impadronì del mondo; ciò avvenne con la Rivoluzione Industriale e la religione e la politica finirono in soffitta. Ma voi parlate ancora della politica? E' morta. Soppiantata dalla tecnologia e dalla società non più capitalistica ma finanziaria. Quanti di voi hanno ricorso a prestiti finanziari? La finanza è la regina del mondo, quindi rimane la creatività, cioè che ognuno di noi si adoperi a non soccombere. Ieri non c'è più, c'è solamente oggi.


OCCUPAZIONE

Il problema dell'occupazione è al centro del nostro tempo, di qui la disperazione, la povertà, la sfiducia nella vita. Eppure, vi è un campo in cui esiste un'offerta di lavoro almeno per migliaia di panettieri e di pastai; in un solo anno ne abbisognano 10.000. Vi è una richiesta di 300.000 cuochi. Saprete che in Italia vi sono 63.000 pizzerie con 100.000 occupati, quotidianamente; ancora, occorrono pizzaioli e gelatai. Ciò accade perché il campo dell'alimentazione regna sovrano nella nostra società partendo dalla miseria fino alla ricerca del cibo come risolutore illusorio del vuoto esistenziale. E' questo il motivo dello stomaco monarca della nostra epoca con i relativi regni dei supermercati che offrono prodotti alimentari accompagnati da musiche invitanti, da luci fantasmagoriche e bellezze muliebri alla cassa. 


FERMANTI DI IDEE

Dioniso si guardava nello specchio e invece di veder sé vide il mondo. (F. MONTEVECCHI)

Più vado avanti negli anni più mi accorgo di rassomigliare a mio padre, spesso guardandomi nello specchio, mi pare di rivederlo in me. (A. FLOCCARI)

Tanto è stata demonizzata la vecchiaia che si prova un'istintiva fobia a nominarla. (A. FLOCCARI)

Stamattina, il monte Cappellano è imbiancato dalla neve, è divenuto ancora più leggiadro, degno, in miniatura, di dare regalità alla testa di una sovrana. (A. FLOCCARI)

E' questo che fa paura del male: si impadronisce di noi senza preavviso e motivo. 
(F. VON SCHIRACH)

Solo chi s'é caricato di immani colpe può cercare di espiarle con frasi pusillanimi. 
(F. VON SCHIRACH)

Tu sei quel che sei. (F. VON SCHIRACH)

Quelli che non sanno o non vogliono ricordare il passato, sono condannati a ripeterlo. 
(G. SANTAYANA)

Oggi ci fa paura ciò che eravamo noi stessi qualche decennio fa. (A. STELLA)

Gli immigrati non esistono più come soggetti sociali e giuridici specifici, Bensì come oggetti di un razzismo indiscriminato. (A. DAL LAGO)


FERDINAND VON SCHIRACH

24 ottobre 2013

MESSAGGIO MADRILENO

FRATELLI

Pioppo

perdi le foglie
cielo
ti annuvoli
giorno
sempre più breve
stiamo insieme
fratelli miei
anch'io
come voi
turbamenti
compagni miei
ossessioni
del tramonto
poi chissà.

HERMANOS


Alamo

perdes las hojas
cielo
te nublas
dia
siempre màs breve
estamos juntos
hermanos mis
también yo
como vosotros
turbaciòns
companeros mis
obsesiòns
de la puesta de sol
luego quizà.

ANTONIO FLOCCARI

ALTERITA'

Vi voglio fare una piccola serie di domande: secondo voi, viene prima il denaro o la vita? Vanno bene gli stili di vita attuali? Voglio dire, non camminiamo più, non abbiamo voglia di stare con gli altri, il consumismo ci soffoca, la finanza è diventata una dea . Allora, si può fare qualcosa? I giovani, con l'ausilio delle Istituzioni, potrebbero formare delle cooperative, senza l'ambizione diabolica del profitto ad ogni costo: voglio dire, orti autoprodotti con il necessario guadagno per vivere e con una rete di solidarietà che giunga ai bisognosi. in cambio, otterrebbero servizi, con lo stesso procedimento descritto. Sembra utopia, no? Ma le utopie sono belle, ne erano convinti Campanella, Moro, Bacone, Bruno, Don Gallo.


CULTURA

Se avere cultura mira a primati, a livelli elevati della graduatoria umana, a superiorità, allora il sapere diviene disumano. E dove non c'è umanità non c'è cultura. Conoscere significa comprensione, uguaglianza, accoglienza. L'Altro è la cultura, l'Io è la chiusura della civiltà. Il problema primario del nostro tempo, esistenzialmente e filosoficamente, consiste nella valorizzazione massima degli altri, al di là della pelle, della religione, della cultura, delle usanze. la cultura è confronto, accettazione, senso del limite. Attenzione, quando non è così, i campi id sterminio, la barbarie, il razzismo ritornano. Ed è estremamente pericoloso.


POVERTA'

La povertà galoppa a spron battuto nel nostro Paese. Già vi sono 4,1 milioni di nostri connazionali che vivono nel bisogno anche di generi di prima necessità. Ricevono pacchi di alimenti, fanno la fila, quotidianamente, per un pasto caldo, per combattere la fame. Se pensate che, nel 2010, i poveri erano 2,7 milioni, oggi sono quasi raddoppiati: Una povertà dilagante che non mostra di retrocedere, anzi avanza terribilmente: la globalizzazione ha portato miseria e disperazione, disoccupazione e il buio dietro l'angolo. Abbiamo consapevolezza di ciò? La vogliamo finire di darci gli auguri mentre milioni di esseri umani marciscono nell'indigenza più assoluta?



FACCIATA

Il nostro è un Paese di facciata; sembra che apparteniamo alla modernità, addirittura si parla di postmoderno; invece, non è così. Lo sapete che per ogni cento italiani circolano 161 cellulari? In media, in Italia, si sta quattro ore davanti alla televisore quotidianamente, deteniamo il primato europeo, sto parlando riferendomi ad ogni individuo. Il libro, in genere, fa paura, non esercita più nessuna attrazione, la lettura è in coma profondo. La metà del popolo italiano non legge neanche un libro all'anno. Dietro la vetrina vi è tristezza diffusa, scoraggiamento, credere in niente, tramonto di ogni ideale, la donna ridotta all'erotismo del sedere. Siamo moderni?


FILI LUMINOSI

Bisogna progettare solo cose degne dell'uomo. (M. BELLINI)

Tutti i grandi sono stati bambini una volta. (M. RECALCATI)

La ricchezza del mio cuore è infinita come il mare, così profondo il mio amore: più te ne do, più ne ho, perché entrambi sono infiniti. (W. SHAKESPEARE)

L'amore non deve implorare e nemmeno pretendere, l'amore deve avere la forza di diventare certezza dentro di sé. Allora non è più trascinato, ma trascina. (H. HESSE)

Il linguaggio dell'amore è un linguaggio segreto e la sua espressione più alta è un abbraccio silenzioso. (R. MUSIL)

E se anche posso vivere senza questo cielo, e questo mare... Che fatica vivere senza te. 
(G. CANALI)

Bisogna capire la natura di un problema, prima di sperare di risolverlo. (B. WOOD)

Anche la migliore delle tradizioni si serve solo rinnovandola. (V. FOA)

Nonostante le sue nequizie ho sempre amato il mondo ed esso mi ha ricambiato. (V. FOA)

Quando la democrazia è in crisi il solo modo di difenderla è quello di darsi da fare per cambiarla. (V. FOA)




R O B E R T   M U S I L

17 ottobre 2013

MESSAGGIO TEDESCO

NO

Sì proprio così
se vuoi salvarti
allora
l'errore è verità
la strada giusta
è quella sbagliata
tutto è stato annientato
per far posto al falso
allora
il no va santificato
il sì va rifiutato.

NEIN

Ja genau so
wenn willst dich retten
damals
der Irrtum ist Wahrheit
der Weg recht
ist jener irrend
all ist gewesen zerstorobt
fur machen Platz Falsche
damals
das nein gehbt heiligobt
das ja gehbt ablehnobt.

ANTONIO FLOCCARI

RIPRISTINO

Mi unisco a quanto riportato da "Critica liberale", un periodico che non le manda a dire. Si rivolge a Francesco, il Papa venuto da lontano, chiedendogli di fugare ogni dubbio sulle sue aperture rivoluzionarie in una Chiesa in letargo da tempo rispetto ai grandi passi della storia. Gli chiede di non essere teorico e astratto. Vediamo: dovrebbe adoperarsi affinché la Chiesa rinunci l'inoptato dell'8 per mille incamerando esclusivamente quello voluto dai contribuenti;  gli chiede perché gli insegnanti di religione ed i cappellani militari non vengano retribuiti dalla Chiesa, pesando su di noi, gli insegnanti di religione, altresì, vengono chiamati senza concorso; gli chiede di darci la somma enorme di euro dovuta per oneri fiscali e contributivi, tanto più che siamo in crisi e molti di noi non hanno  da mangiare.


PERDONO

"Guarire e trovare perdono", sostiene Matthew Fox, figura storica della cultura del nostro tempo. Se il perdono si estinguesse sarebbe un bene? Il contrario è la spietatezza, la vendetta, il cervello-serpente. Ricordate... Achille uccise Ettore, dopo averlo trascinato con il suo carro, la madre si presentò dicendogli di restituire il corpo del nemico, non infierendo. Grande Omero! Certo, Priebke si è macchiato, con l'eccidio delle Fosse Ardeatine, di una strage disumana, ma dobbiamo chiederci come dobbiamo comportarci con la morte, dobbiamo continuare a perseverare nell'odio, nella vendetta, nel negare a chi non c'è più la sepoltura? E la carità cristiana? E la pietà umana? A Parigi, nel centro della città, vi è un cimitero, vi è sepolto Hanri-Desiré Landrou, un assassino seriale senza precedenti; ma è seppellito. Ma poi, il nostro Pianeta è un cimitero che ruota intorno al sole con un numero infinito di morti di ogni epoca. Francesco d'Assisi, Cristo avrebbero detto no alle spoglie mortali del criminale assassino Priebke? Può una condanna sacrosanta prolungarsi anche dopo la morte del condannato? Domandiamocelo...



FRANCESCO D'ASSISI

SENSO DI UMANITA'

Mentre io scrivo e voi mi seguite al computer, migliaia e migliaia di esseri umani soffrono nello spazio asfittico delle celle carcerarie. E sebbene Napolitano abbia fatto un appello per l'amnistia, per cancellare dal nostro Paese la vergogna di una situazione priva di ogni umanità, qualcuno come Renzi, il sindaco di Firenze, un papabile alla segreteria del PD, trova il tempo di fare il sofista con interventi di puntualizzazione sull'amnistia stessa che ostacolano, ritardano la ricerca di vita di esseri umani che rischiano di lasciarci la pelle per mancanza di condizioni vitali nelle celle. Qualcuno dice che Renzi, qualche anno fa, era uno dei massimi sostenitori dell'amnistia insieme a Pannella. Ma che fa? Pendola? Tentenna? Fa propaganda spicciola?


IL CIBO

Attraverso l'alimentazione si presenta una panoramica culturale variegata: ecologia, economia, socialità, partecipazione esistenziale, sessualità, aspettative, bisogni. E' per questo che le trasmissioni televisive con struttura fondante il cibo affollano numerose reti; ma anche la carta stampata se ne occupa quotidianamente. Il cibo diviene protagonista dello spettacolo con un mettere in vetrina gastronomia succulenta. E anche vero che, oggi, 870 milioni di esseri umani sono malnutriti contemporaneamente a 1,3 milioni di tonnellate di cibo che viene buttato via, che viene trasformato in spazzatura differenziata e non, sprechi. Il cibo è divenuto interesse di facoltà universitarie attirando giovani verso le scienze culinarie. I cuochi non subiscono la crisi e così i pizzaioli, i panettieri, i pasticceri. Ma quando non ci sarà la fame nel mondo?



ODORE DEL FUTURO

Ogni vera libertà personale non può esprimersi altrimenti che nel poter scegliere il modo di rinunciarvi. (V. FOA)

Dobbiamo darci da fare per rendere possibile l'impossibile. (V. FOA)

La verità non si possiede mai, si cerca. (A. FLOCCARI)

La scuola e l'Università che non sfornino solamente automi per le imprese, ma pensiero critico, pluralismo e capacità di organizzazione. (C. VALLEJO)

Se anche dovessi essere un cattivo tedesco - sono pur sempre un ottimo europeo. 
(F. NIETZSCHE)

Fumano i campi, assediati dall'inverno crudele, forse mostrano il fiato grosso di chi soffre le pene di una natura ostile. (A. FLOCCARI)

Ma come faccio a fermare il tempo per dare la giovinezza a chi la ricorda con un nodo alla gola? Troverò il modo, sarò il giorno più bello della mia vita. (A. FLOCCARI)

Ma perché vado perdendo, sempre di più, il senso della ragione della vita? Ma non importa, continuerò a cercare le favole di ieri nel domani, sempre. (A. FLOCCARI)

Scrivi su di me poche righe, un racconto... E me lo diceva con occhi umidi e voce sommessa. Forse, sentiva la fine vicina e cercava qualcosa per sopravvivere. (A. FLOCCARI)


CAMILA VALLEJO


Viaggiamo su un'autostrada che porta il pianeta al disastro. (S. GATTEI)

10 ottobre 2013

MESSAGGIO ARABO (PER LE VITTIME DI LAMPEDUSA)

BENVENUTO

Uomo
amico
arabo
fratello
caro
ospite
come stai?
Benvenuto
arrivederci.

MARHABAN

Rajul
sadiq
arabyy
' akh
aziz
dayf
kayfa haluk?
Marhaban
' ilal-liqà.

ANTONIO FLOCCARI



OPERA DI TITO MAMMOLITI


AMNISTIA

Perché non chiediamo a chi si oppone all'amnistia di vivere l'esperienza drammatica in una cella sovraffollata di un qualunque carcere italiano o greco? Infatti, il nostro Paese e la Grecia hanno il primato vergognoso di carceri disumane. Vedrebbe, di persona, come possa essere possibile contendersi l'esiguo spazio vitale, l'aria, la luce che proviene da una finestrella con il cielo lontano, verificherebbe su di sé le conseguenze psicofisiche, spesso cagioni di malattie che portano alla morte. Allora, la finirebbe di fare il forcaiolo, di fregarsene dei suoi simili, di difendere ideali ipocriti di giustizia contro chi, pur avendo sbagliato, ha il diritto inalienabile di vivere. Il diritto di avere diritti, dice Stefano Rodotà. siete d'accordo?


ERRORE

L'Onorevole Monti nella veste di Premier mise in atto allora un provvedimento iniquo bloccando i minimi aumenti ai pensionati con un somma mensile di 1.400 euro. Probabilmente Monti non sapeva che con tale somma non si riesce ad affrontare le spese con il carovita che imperversa, soprattutto quando esiste un monoreddito in una famiglia. vogliamo levare dalla realtà italiana quest'iniquità? Pare che qualcosa si stia muovendo per bloccare gli aumenti ai pensionati con 3.000 euro mensili, sarebbe più giusto. Ci vorrà molto che i pensionati tartassati  abbiano giustizia?


LONGEVITA'

Il desiderio umano dell'elisir di lunga vita è vecchio quanto il mondo. Lasciare la vita è la massima angoscia che opprime l'umanità. Ebbene, da ricerche scientifiche, si evidenzia che non sono i soldi che allungano la vita, anzi: la non ricchezza aiuta, purché, psicologicamente, non vi siano esclusioni sociali familiari, e vi siano, invece, considerazioni estremamente umane per chi vive gli anni conclusivi dell'esistenza. La longevità abbisogna di benessere psicofisico. In una graduatoria mondiale che concerne la longevità l'Italia è al terzo posto, il Giappone ha il primato, seguito dalla Svizzera, dopo di noi la Francia, quindi la Gran Bretagna, la Norvegia e la Spagna.


VOGHERA

Voghera è una ridente cittadina del Pavese che entra di diritto nella storia del nostro tempo per le condizioni esistenziali degli anziani, costituisce un'eccezione nel nostro Paese in cui gran parte dei vecchi sono abbandonati, lasciati a se stessi, relegati come vuoti a perdere. A Voghera esiste il Centro "Auser", qui gli anziani giovani, i non over 65 anni, mantengono con il loro lavoro i giovani disoccupati e gli anziani con l'età di oltre 65 anni. Lavorano, facendo di tutto, ma anche si dedicano alla creatività, al ballo, al teatro. I novantenni guardano, sorridenti, sono contenti di non essere abbandonati. Voghera è la città del futuro in Italia e nel mondo. E' bello vedere nel centro della città anziani che passeggiano, sereni e costituiscono il 25,9 % della popolazione di Voghera stessa. Oltre alla cittadina pavese, in cui gli over 65 sono 9.920 su 38.174 abitanti, vi sono Spoleto con 9.915 anziani su 38.429 abitanti, Piombino con 9.809 di persone della terza età su 34.419 abitanti, Gorizia con 9.364 anziani su una popolazione di 35.212 abitanti.


VOGHERA - Duomo






PREZIOSI INTUITI

Guardando da lontano la finestra aperta di chi si ama, si invidia il vento, libero, senza limiti, può accarezzare, può adagiarsi sulle sue labbra; quando giungerà da me mi porterà un po' di lei; gliene sarò grato. (A. FLOCCARI)

Quando piove ed i fulmini sfregiano il cielo nella sera d'inverno, chi è solo nella vita perde anche la preziosa compagnia di qualche passante, uno scambio di parole anche inutili con qualcuno. La solitudine diviene un orizzonte con la vita al tramonto. (A. FLOCCARI)

Si raccoglie quello che si ha seminato. (A. JUDES)

Poter dire "ancora, ancora come oggi". Credo sia questa la condizione della felicità.
(M. REALCATI)

L'ascesa delle donne è stata un bene per tutti, ma il declino degli uomini è stato un male. 
(K. BOLCK)

Una filosofia della storia che ci disegna un futuro da realizzare. (V. FOA)

Ma per stare fermo quando tutto cambia attorno a te devi scegliere il momento in cui fissi la tua identità, è un momento della tua vita. (V. FOA)

Se il centro non c'è cosa vuol dire una periferia? (V. FOA)

Perché non pensiamo ai pericoli di una possibile non scelta, quella di lasciare le cose come stanno?(V. FOA)

Il popolo italiano è malato, schiacciato da mali secolari, un malato da curare. (P. GOBETTI)





PIETRO GOBETTI


3 ottobre 2013

MESSAGGIO SPAGNOLO

A PEPPE

Ricordi
fratello mio
il tempo
vissuto
insieme
anche se poco
immenso
per sempre
indelebile.

A JOSE'

Recordas
hermano mi
el tiempo
vivido
juntos
también
si poco
inmenso
por siempre
indeleble.

ANTONIO FLOCCARI



OPERA DI TITO MAMMOLITI

SALVIAMOLI!

Povero elefante, capace di piangere, amico dell'uomo, amante della musica - lo testimonia Darwin -, è morto avvelenato con il cianuro, poi della carcassa hanno fatto scempio avvoltoi e predatori. Così vengono catturati i pachidermi dai bracconieri, ma anche abbattuti con kalashnikov. Le zanne vengono portate vie ed i corpi abbandonati. Con l'avorio si faranno ridicole e miserabili statuine che si copriranno di polvere nei salotti delle anime belle. Le zanne vengono acquistate soprattutto dalla Cina e da Hong Kong, in Egitto, nel Sudan. Ciò accede perché l'etica è morta, l'insensibilità mista al profitto dilagano. Ed ancora pullulano i safari dove si ammazzano animali per divertimento da turisti disumani.



UMANITA'

Mentre seguiamo, con trepidazione, le vicende della Juve o del Milan o della Roma, ecc., mentre ci abbuffiamo di ore televisive annientando i gangli cerebrali, mentre continuiamo a vivere in famiglie dove impera sovrano il silenzio tombale, prova d'amore, contemporaneamente 64.835 detenuti marciscono in 47.703 posti individuali con un'eccedenza di 17.132 esseri umani. Vogliamo avere presente che si tratta di esseri umani come noi, ed anche se hanno sbagliato, tuttavia, hanno diritto legittimo di essere trattati dignitosamente. Non possiamo dimenticarci di loro, sarebbe un delitto! Il Presidente Napolitano ha lanciato un appello alle Camere per l'indulto e l'amnistia. Perché vengano approvati occorrono i due terzi delle Camere. Accogliamo l'appello presidenziale.



EDIPO

Ancora una volta, fatto frequente nella storia, il complesso edipico s'impadronisce della politica ed esplode dopo essere stato a lungo sotto la cenere, in letargo ed in incubazione. E come Cesare - erano le Idi di marzo - fu annientato dalla congiura con la presenza persino di Bruto, un figlio per il Dittatore, così il Cavaliere - lo dice egli stesso di essere pugnalato alle spalle - soccombe per mano degli uomini che hanno la visibilità politica per merito dello sconfitto. Non si tratta di stabilire, ora, la politica devastante di Berlusconi, emerge, sicuramente, il crollo degli uomini potenti per mano della cerchia che più sarebbe stata impensabile attribuirle responsabilità di voltafaccia di questa levatura. Un'ulteriore lezione storica di che pasta, purtroppo, è fatto l'uomo, fermo restando la condanna che, politicamente, e non solo, i posteri faranno pesare su Berlusconi.


COMMOZIONE E VERGOGNA

Lampedusa: 82 morti e 250 dispersi fino a mezzogiorno di oggi; le vittime arrivavano in Italia in cerca di lavoro e pane, inermi, in fuga dalla fame e dalla guerra. Umanità senza età: bambini, anziani, giovani già vecchi, inariditi dalla miseria. Mi sento in colpa! Morti sulla coscienza di tutti noi, presente vergognoso della storia infame del colonialismo, della rapina del petrolio con il falso alibi di difesa della pace, esseri umani come noi con il diritto di vivere nell'uguaglianza e nell'accettazione reciproca senza la piramide ingiusta della superiorità occidentale. Appena ne ho avuta notizia, dentro di me è avvenuto lo scompiglio, l'arretramento a tempi barbari. Non sarebbe ora che accogliessimo, nei limiti del possibile, questi nostri fratelli? Che ne pensate?


STIMOLANTI E INQUIETANTI

Non posso cedere alla tentazione di guardare il soffitto e lasciarmi vivere finché dura. quando si è vissuti così a lungo e così bene non si può abbandonare. devo darmi un progetto. (V. FOA)

Il passato mi appare a brandelli di un vestito che è la mia vita. Tento, anche con le unghie di ricomporlo. Forse per pietà di me stesso ottengo un Arlecchino, a tratti un Pierrot. 
(A. FLOCCARI)

Guardo le mie mani, quanto hanno fatto per me nella vita è ciò che sono oggi. Porto verso di loro una gratitudine infinita. (A. FLOCCARI)

I riverberi nostalgici di mia madre mi giungono quando i miei figli, attimo sublime del giorno, mi vengono a salutare, dandomi un bacio che unisce l passato, il presente, il futuro. (A. FLOCCARI)

Per darsi interamente  a qualcuno, in amore, condizione indispensabile, è aversi. (A. FLOCCARI)

Ho perso i capelli, i denti, quasi un ginocchio, non importa, mi rimane l'utopia dell'amore nei sentieri impervi della vita. (A. FLOCCARI)

Ma perché l'autentica immagine della vita, sorgente del sacro di quest'avventura affascinante vissuta in ogni attimo, si vede nel volto di un emarginato, di un drogato, di un migrante, primula dell'eterna primavera di un'umanità al tramonto? (A. FLOCCARI)

Dire la verità è un atto rivoluzionario. (P. P. PASOLINI)

Da tempo, ho un amico, arriva, puntuale, ogni mattina quasi alla stessa ora, è un passero. Saltella sul balcone della cucina. Mangia le molliche che gli spargo. Non mi teme. Solidarietà in un mondo con l'egoismo imperante. (A. FLOCCARI)

Gocce di pioggia mi bagnano il viso, le raccolgo col cuore in mano, vengono dalle mie amiche nuvole. (A. FLOCCARI)



PIER PAOLO PASOLINI


CADUTA DI STILE

Il comportamento umano, in tutte le sue categorie, ha subito una caduta di stile con l'arretramento globale dei rapporti sociali. Basta...