Morricone

29 maggio 2014

DUALISMO

Da sempre, in tutte le epoche, i giovani sono stati relegati in un isolamento irriguardoso verso le loro forze e l'intelligenza. La società, non solo in Italia, è occupata da un'umanità avanti negli anni che non lascia spazio alle nuove generazioni. Per cui, i giovani avvertono una sorta di risentimento verso la gerontocrazia; gli anziani vengono percepiti come barriere, ostacolo per potere vivere legittimamente: un dualismo che divide, creando incomprensioni, rancori, acredine. Tutto deriva, storicamente, dalla cultura classica greco-romana che considerava l'età cataplastica sacra perché portatrice d'esperienza e di sapienza. Vogliamo fare largo ai giovani?



Nessun commento:

SENZA GUIDATORE

Hai saputo quanta gente è stata ricoverata in ospedale? Non c'è più posto. I guidatori, privati della gioia di condurre un'auto, so...