speranze

19 giugno 2014

DIALOGO

Platone sosteneva che il dialogo debba sostituire la scrittura, ma non lo fece perché altrimenti nulla sarebbe rimasto della conoscenza. Socrate non volle scrivere basando tutto sul dialogo. Norberto Bobbio sosteneva che vi è un'arte del dialogo, fatta di interrogativi o domande, senza cercare soluzioni definitive che non esistono. Il dialogo è sapere ascoltare, dare spazio agli interlocutori, porgere la parola con garbo e rispetto. Occorre non dire mai:" Hai capito?" perché è offensivo, sottovalutando chi a scolta ergendosi su un piedistallo di superiorità. Addirittura, nel dialogo non possono esserci protagonisti o leader, deve essere democratico, poggiato sull'uguaglianza. Il dialogo è pace, combatte la guerra; le culture debbono dialogare, incontrarsi, mettere in comune e non dilaniarsi in aggressività. Il dialogo di Cristo era un umanesimo non violento.


Nessun commento:

Ai miei amici brasiliani - Para meus amigos brasileiros

S O G N O Dorme il mio paese in questa notte di giugno stellata sogna di trovare la pace mai avuta di non perdere i figli andati vi...