Morricone

11 aprile 2017

LA LIBERTA'

Un fenomeno del nostro tempo è una sorta di tendenza gregaria, e cioè ci si priva della libertà mettendosi in una folla per sublimare qualcuno che decide per tutti. Ciò porta alla distruzione della stessa libertà e si scivola verso il razzismo, l'aggressività, la guerra. E' una follia collettiva mandare al macello il proprio spirito decisionale e delegare, finendo passivi ed inerti. Perché accade? Essenzialmente per il motivo di rinuncia del proprio essere, di voler comprendere che un uomo autentico deve avere la capacità di gestione delle proprie convinzioni. Il leader deve essere tutti noi, non uno che si erge sugli altri, schiacciandoli e soffocandoli, umiliandoli come massa gregaria. Dove non c'è libertà non c'è civiltà.

                                    

Nessun commento:

COSTE INVIOLATE DEL SAPERE

Ulisse concepito da Omero, presente ancora oggi, ha caratterizzato tutte le epoche della storia dell'uomo attraverso la ricerca appassi...